Bettona Crossing 2019: 10 domande al Comitato Organizzatore

La direzione della IUTA (Italian Ultramarathon and Trail Association) ha rivolto alcune domande a Luca Brustenghi del Comitato Organizzatore per entrare nel cuore e nel vivo dell’Evento.

1) Quando è nata l’idea di organizzare questa manifestazione sportiva?

L’idea di organizzare Bettona Crossing è nata due anni fà, correndo sui sentieri che circondano Bettona, uno dei Borghi più belli d’Italia, nei boschi con panorama mozzafiato di Perugia, Assisi, Spello, Bevagna e Montefalco.

2) Quali principali difficoltà ed ostacoli avete dovuto affrontare?

Non abbiamo avuto particolari difficoltà. Abbiamo avuto il vantaggio che utilizzando per il 95% strade sterrate, sentieri e single track non abbiamo avuto il problema di chiudere strade asfaltate e trafficate. Abbiamo tracciato e segnalato il percorso con grande cura. Questo aspetto è stato molto apprezzato da tutti i partecipanti. Importante e prezioso il supporto di Paolo Pajaro.

3) Cosa maggiormente attrae i partecipanti?

Sicuramente la suggestione del percorso, un mix formidabile di natura, spiritualità e fatica. Correndo Bettona Crossing il corpo si riconnette con lo spirito per una esperienza che va oltre il gesto atletico. Ma anche la cura dei dettagli e l’attenzione all’immagine.

4) Quali le maggiori criticità per gli atleti?

Un paio di discese tecniche, ovviamente segnalate debitamente. Ma sono anche il valore aggiunto della nostra corsa.

5) Pensate che l’Ultratrail possa riscontrare in futuro un sempre maggiore interesse?

Siamo assolutamente convinti che saranno sempre di più i runners che si appassioneranno al Trail Running. Uno modo di correre e sentirsi liberi. Correndo si torna bambini, ci si sporca di fango, si superano guadi ed ostacoli naturali. Soprattutto alla fine si racconta l’esperienza che per quello che mi riguarda, va oltre la mera performance cronometrica.

6) Quale aspetto è particolarmente significativo del vostro ambiente naturale e della cucina locale?

La nostra Regione è piena di suggestione. San Francesco amava camminare in questi sentieri. Potremmo dire che è stato un pioniere del Trail. Parlava con gli animali, esaltava la natura incontaminata. A questo aggiungiamo una cucina vera, antica, con protagoniste le eccellenze locali. Due settimane fà TripAdvisor ha definito la cucina Umbra la migliore in Italia. E’ la Regione più apprezzata dai buongustai di tutto il mondo. Insomma un mix perfetto.

7) Gli atleti sono ben equipaggiati per affrontare la gara?

Devo dire che tutti i partecipanti hanno affrontato la prima edizione di Bettona Crossing con grande consapevolezza. Tutti erano ben equipaggiati. Il tempo bello ha sicuramente aiutato sia loro che noi organizzatori.

8) Quali atleti di Elite hanno partecipato alla vostra gara nelle edizioni passate e parteciperanno quest’anno?

Matteo Zucchini e Michela Migliorini sono stati i vincitori della prima edizione. Matteo sarà tra i protagonisti della prossima edizione dei 100KM del Passatore. Siamo convinti che la bellezza del percorso, un total trail, con la sua tecnicità attrarrà sempre più partecipanti e tra loro sicuramente anche atleti Elite.

9) Il sito della vostra manifestazione e la pagina facebook sono frequentate dagli appassionati?

Il nostro sito www.umbriacrossing.com è frequentato da tanti appassionati. Abbiamo una sezione in Inglese e stiamo valutando di fare una sezione anche in cinese. Crescono naturalmente anche i frequentatori della pagina Facebook ed Instagram: Umbria Crossing.

10) Qualche rivista o giornale ha parlato della vostra prossima manifestazione?

Importanti media partner locali hanno sposato il progetto concordando con noi un percorso di promozione appassionato. Tra queste testate il primo sito web della nostra Regione e la principale TV regionale. Inoltre avuto recensioni di Runner’s World, ma anche il Corriere della Sera ha dedicato uno spazio al nostro modo di correre naturale tra le belelzze artistiche della nostra Regione. Abbiamo inoltre avuto l’opportunità ed il privilegio di presentare Bettona Crossing al Consolato Generale di New York in occasione della passata edizione della New York City Marathon, ospiti del Console Generale con la presenza di George Hirsch, fondatore e Presidente della NYCM

Siamo sempre attenti e rispettosi dell’ambiente che ci circonda. Il nostro motto è 100% aria pulita!